dalla Home

Motorsport

pubblicato il 13 novembre 2009

F1: Flavio Briatore chiede "giustizia"

L'ex team manager Renault vuole l'annullamento della sentenza e 1 mln di euro

F1: Flavio Briatore chiede "giustizia"

La stagione 2009 è conclusa, archiviata, ma gli strascichi polemici sulle vicende politiche e giudiziarie che hanno sconvolto la massima formula riportano al centro dell'attenzione una vicenda vile e antisportiva: il Crashgate. Infatti, dalle colonne del Guardian si apprende che Flavio Briatore è deciso a passare al contrattacco e ad impugnare la sentenza. L'ex team manager della Renault sarebbe intenzionato a chiedere l'annullamento totale della stessa e un risarcimento di un milione di euro per danni all'immagine.

Alla base del gesto ci sarebbe l'atteggiamento degli uomini che hanno gestito la FIA negli ultimi tempi, colpevoli, secondo Briatore di essere "accecati da un personale desiderio di rivincita". "La decisione di iniziare un'indagine e di portarla poi davanti al Consiglio Mondiale è stata presa dalla stessa persona, ovvero Max Mosley - ha detto l'imprenditore - che si è assunto così il ruolo di colui che denuncia, di investigatore, di pubblico ministero e di giudice".

In questa ennesima battaglia legale Briatore non sarà solo, ma verrà affiancato, molto probabilmente, da Pat Symonds, condannato ad una squalifica di cinque anni. Insomma, la nebulosa vicenda di Singapore 2008 appare tutt'altro che conclusa e ancora una volta la F1 ritorna nelle aule di tribunale.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport


Top