dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 novembre 2009

Peugeot iOn: al via le prenotazioni

Anche in Italia si può manifestare il proprio interesse tramite Internet

Peugeot iOn: al via le prenotazioni
Galleria fotografica - Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009Galleria fotografica - Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 1
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 2
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 3
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 4
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 5
  • Peugeot iOn al Salone di Francoforte 2009 - anteprima 6

La Peugeot iOn si può prenotare da oggi anche da parte dei clienti privati. Lo ha comunicato ufficialmente la Casa francese che ha aperto una pagina dedicata sui propri siti in Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Italia - all'indirizzo www2.peugeot.it/formion - sui quali si possono lasciare i propri dati per manifestare l'interesse ad acquistare la prima auto elettrica di massa nella gamma del Leone. Non si tratta infatti della prima Peugeot a batterie, a precederla tra il 1995 e il 2003 c'è stata la 106 che rimane tutt'ora l'auto elettrica più prodotta della storia. Presentata in occasione dell'ultimo Salone di Francoforte, la iOn è in pratica la Mitsubishi i-MiEV che OmniAuto.it ha già avuto la possibilità di provare in esclusiva ed è il frutto di un accordo tra i due costruttori per poter commercializzare già da ottobre del 2010 la vettura elettrica con il marchio del Leone.

L'intenzione di Peugeot era di indirizzarsi prima di tutto verso i grandi clienti (flotte aziendali, enti governativi e locali, compagnie di noleggio a breve e lungo termine), ma il riscontro presso il pubblico è stato talmente positivo che si potrebbe partire sin dal primo momento anche con i privati. Tuttavia non è stata ancora decisa la modalità di commercializzazione della iOn. L'obiettivo è offrirla a un prezzo compreso tra quello della 207 e quello dalle 107 (dunque intorno ai 10mila euro), ma visto che il prezzo delle batterie è molto alto, questo sembrerebbe escludere a priori la formula della vendita dell'intera vettura. Più probabile quindi che venga scelta la strada del leasing o del noleggio oppure, analogamente a quanto previsto da Nissan e Renault, quella di vendere la vettura senza le batterie affittando queste ultime con un canone fisso che include un pacchetto di assistenza.

L'offensiva elettrica non si fermerà con la iOn perché Francoforte ha visto il debutto della BB1, 4 posti lunga 2 metri e mezzo ora impegnata in un progetto di esposizione itinerante che, dopo aver toccato Berlino, Londra e Madrid, farà tappa anche a Milano il 28 e 29 novembre. Il via libera alla produzione sarà invece deciso entro la fine dell'anno. La Peugeot insomma nell'auto elettrica vuole esserci e, per annunciarlo al grande pubblico, domani ci sarà una pagina pubblicitaria su grandi quotidiani europei.

Galleria fotografica - Peugeot BB1Galleria fotografica - Peugeot BB1
  • Peugeot BB1 - anteprima 1
  • Peugeot BB1 - anteprima 2
  • Peugeot BB1 - anteprima 3
  • Peugeot BB1 - anteprima 4
  • Peugeot BB1 - anteprima 5
  • Peugeot BB1 - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Peugeot , auto elettrica


Top