dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 novembre 2009

Una Mosler MT900 sfonderà i 403,978 km/h a Nardò?

Michelangelo Larosa e UK Racing tenteranno il record

Una Mosler  MT900 sfonderà i 403,978 km/h a Nardò?

Una Mosler MT900 allestita da UK Racing di Bovisio Masciago e guidata dal pilota-collaudatore Michelangelo Larosa tenterà di battere un record che resiste da trent'anni. L'obiettivo è di sfondare il muro dei 403,978 km/h stabiliti sull'anello di prova di Nardò il 5 luglio 1979 da una Mercedes C111 IV.

La vettura utilizzata per questo primato verrà sviluppata interamente da energie italiane: oltre a UK Racing di Alessandro Breveglieri partecipano al progetto anche Revolve Mountune Racing e l'Università di Roma per la preparazione del motore della Mosler MT 900 (un 8 cilindri sovralimentato di derivazione Chevrolet Corvette) e le modellazioni numeriche che permetteranno alla coupé anglo-americana (marchio americano ma costruita in Inghilterra) di raggiungere una simile velocità. Con una potenza massima intorno ai 1.300 CV e un allestimento aerodinamico totalmente "laminare", la Mosler è capace, teoricamente, di superare 430 km/h. Ad eccezione delle necessarie modifiche all'8 cilindri, l'auto utilizzata per questo tentativo di record manterrà tutte le sue caratteristiche di auto stradale targata.

ESPERIENZA ITALIANA
Già proprietaria del marchio UK Garage, UK Racing, nota per aver introdotto in Italia il concetto di "auto da corsa stradale" attraverso l'importazione di marchi automobilistici in linea con questa filosofia (Noble, TVR, Radical, svariate repliche dell'intramontabile Cobra e altri ancora), da qualche anno percorre anche l'avvincente rotta dell'impegno sportivo: campioni IPS 2007, campioni europei REM 2008, terzi assoluti alla 6 Ore di Vallelunga 2008 più ulteriori partecipazioni alla 24 Ore di Le Mans, ai campionati nazionali ufficiali per vetture Porsche.

MICHELANGELO LAROSA
Classe 1961, inizia la sua carriera nel 1982 come collaudatore di vetture Gruppo C percorrendo decine di migliaia di chilometri a velocità superiori a 350 km/h sulle piste più importanti d'Europa (Le Mans, Monza, Spa Francorchamps...). Dal 1990 si occupa di guida protettiva e nel 2002 consegue un Master in Ingegneria Meccanica. Dal 2003 è istruttore di guida sicura su pista, guida agonistica, guida protettiva e tecniche di guida per reparti speciali.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità


Top