dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 novembre 2009

Ferrari 458 Italia: prezzi e configuratore

La nuova berlinetta di Maranello vale 345 euro a CV

Ferrari 458 Italia: prezzi e configuratore
Galleria fotografica - Ferrari 458 ItaliaGalleria fotografica - Ferrari 458 Italia
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 1
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 2
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 3
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 4
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 5
  • Ferrari 458 Italia - anteprima 6

Partirà solo a gennaio 2010 la commercializzazione italiana della Ferrari 458 Italia, la nuova incarnazione della berlinetta del Cavallino e massima evoluzione tecnica e stilistica della Casa modenese. Una due posti ad altissime prestazioni destinata ad essere prodotta in serie, seppur nell'ambito delle poche migliaia di unità e che può essere già ordinata presso la rete dei concessionari oppure sognata con l'aiuto del car configurator nel nuovo Listino di OmniAuto.it.

PIU' CARA DELLA F430
La Ferrari più potente e veloce di sempre si propone sul mercato delle supersportive a 197.000 euro, cifra che supera di 24.500 euro il prezzo della F430 di cui prende il posto. Il rincaro in termini percentuali si traduce in un +14%, valore oltremodo significativo in un mercato che tende a proporre restyling e nuove versioni a prezzo ridotto o invariato. In questo caso, però, non si tratta né di un restyling né di un semplice aggiornamento di modello: ci troviamo di fronte a quello che può essere definito un salto generazionale, quasi epocale per la coupé più importante della gamma Ferrari. Forse ancor più di quanto accaduto nel passaggio dalla F355 alla 360 Modena e da questa alla F430, la nuova 458 Italia segna un'evoluzione netta rispetto alla progenitrice, con un design, un'aerodinamica e una meccanica che intendono segnare il nuovo limite in fatto di prestazioni e appeal. I 570 CV e i 540 Nm del 4,5 litri V8 sono valori che già da soli basterebbero a porre la nuova nata su un livello superiore, a metà strada fra le ultime supecar estreme di Maranello chiamate F50 ed Enzo.

345 EURO/CAVALLO
Volendo spingersi un po' più in là nell'analisi del prezzo della 458 Italia, si può notare come il valore unitario di ogni cavallo vapore sia in realtà sceso dai 352 euro/CV della F430 ai 345 euro/CV della nuova berlinetta, al pari della coppia massima, ora più economica a 364 euro/Nm (contro i precedenti 370 euro/Nm). Un dato che forse poco interessa ai proprietari, ma che risulta di vitale importanza per la commercializzazione della vettura su tutti i mercati internazionali, è il ridotto livello di emissioni e consumi, pari a 13,7 l/100 km (307 g/km di CO2) e ben inferiori ai 15,2 l/100 km della F430 (345 g/km di CO2).

LA CONCORRENZA
Il confronto con le avversarie supersportive del segmento "F", una nicchia che non raggiunge neppure i 10.000 pezzi l'anno, vede la biposto italiana affrontare un mercato ancora dominato dalla Porsche 911, vettura declinata in varie tipologie di potenza, carrozzeria e trazione. La concorrente diretta rimane però la Lamborghini Gallardo, magari proprio la LP 550-2 Valentino Balboni che ha la trazione sulle sole ruote posteriori, come la Ferrari, vanta 550 CV ed ha un prezzo di 194.400 euro. La Porsche più vicina all'indole della 458 Italia è invece la 911 GT2, che di cavalli ne ha 530 e che di euro ne costa 193.082. Molto potente e fascinosa è anche la Audi R8 5.2 FSI quattro R tronic, un po' lontana dall'immagine di sportiva estrema, ma mossa dal bel V10 di 5,2 litri e 525 CV; il prezzo di listino è di 151.750 euro, ma con una manciata di optional "giusti" la cifra sale rapidamente. Al limite del plotone delle ipotetiche concorrenti c'è poi la Aston Martin DBS Coupé, "sportiva di classe" con il suo motore V12 anteriore da 517 CV e un listino di ben 243.300 euro.

Autore:

Tag: Mercato , Ferrari


Top