dalla Home

Novità

pubblicato il 5 novembre 2009

Porsche Boxster Spyder

Più leggera, potente ed essenziale. Da febbraio 2010 sarà la terza "Boxster"

Porsche Boxster Spyder
Galleria fotografica - Porsche Boxster SpyderGalleria fotografica - Porsche Boxster Spyder
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 1
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 2
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 3
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 4
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 5
  • Porsche Boxster Spyder - anteprima 6

Se già la Porsche Boxster S vi stuzzica con la promessa di un bel motore potente piazzato al centro della vettura e abbinato ad una leggera carrozzeria aperta (1.355 kg totali), la nuova Boxster Spyder vi farà di certo saltare sulle sedie, visto che ad un peso ridotto a 1.275 kg è stato associato un motore di 320 CV e una carrozzeria modificata in stile minimalista. L'efficienza, la leggerezza e l'agilità delle vetture costruite a Zuffenhausen sono da sempre patrimonio genetico della Casa, fin da quando Ferdinand e Ferry Porsche realizzano la prima auto a portare il loro nome, in una sperduta segheria di montagna in quel di Gmünd, Austria. La prima Porsche in assoluto, la Typ 356 prototipo No. 1, è infatti una leggerissima auto aperta con motore centrale, a differenza delle successive 356 di serie che hanno motore posteriore a sbalzo.

TORNA IL MITO
L'idea della vettura sportiva a motore centrale resta comunque nei piani di Ferry Porsche, che nel 1953 realizza la 550 Spyder, prima Porsche pensata esclusivamente per le corse, con un peso di soli 550 kg e il motore piazzato proprio là, fra la schiena del pilota e il retrotreno. I trionfi sportivi dimostrano la bontà della formula, sviluppata poi con i successi della 718 RS. La nuova Boxster Spyder riprende questa impostazione, andando ad affinare ed estremizzare il concetto espresso dalla Boxter S. La nuova Boxster Spyder viene presentata al Salone di Los Angeles e, a differenza delle serie speciali realizzate negli anni scorsi con il nome "Spyder", è un modello di normale produzione che va ad affiancarsi alle due versioni già disponibili a listino.

TRADIZIONE E PASSIONE
La più pura tradizione Porsche nel campo delle vetture da competizione è stata in parte travasata nella nuova "Spyder", caratterizzata da una piccola capote in tela dal profilo basso e corto che, una volta chiusa, si collega in maniera "essenziale" con la nuova copertura posteriore, il tonneau cover di grandi dimensioni dotato di doppia gobba in corrispondenza dei sedili. Di profilo la Boxter Spyder ricorda da vicino la Carrera GT, ma ai nostalgici appassionati del marchio non può sfuggire la somiglianza con la 356 Speedster, la spartana sportiva degli Anni '50 che faceva del tettuccio minimale e dei bassissimi vetri laterali una sorta di segno di riconoscimento. In pratica, sull'altare della massima leggerezza e della sportività ad ogni costo, il classico tetto in tela della Boxster con meccanismo di chiusura e vano di alloggiamento è stato sostituito da un leggero elemento in tela che serve solo a riparare dal sole e da qualche goccia di pioggia, giusto per convincere il proprietario che la guida a cielo aperto è sempre la più bella e gratificante.

SOLUZIONI SPECIFICHE
I finestrini laterali, seguendo il profilo del nuovo tettuccio, hanno una sagoma più bassa e rastremata nella parte posteriore, studiata per raccordarsi con l'inedito cofano posteriore realizzato in un pezzo unico. Il principio costruttivo della 550 RS e della 356 Speedster sono quindi riproposti sulla Boxster Spyder, con un peso ridotto, un baricentro basso e nuove sospensioni sportive che migliorano la resa dinamica della vettura. Il motore è il noto 6 cilindri di 3,4 litri, qui con 320 CV a 7.200 giri/min (310 CV a 6.400 giri/min la Boxster S) e con 370 Nm a 4.750 giri/min (360 Nm a 4.400-5.500 giri/min la S). Il cambio è il PDK Porsche a doppia frizione e utilizzando il launch control la Boxster Spyder è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e di raggiungere i 267 km/h. La velocità massima, probabilmente per la diversa aerodinamica, è inferiore ai 272 km/h della S, mentre lo scatto da fermo migliora nettamente i 5,2 secondi. Anche consumi ed emissioni sono leggermente migliori, con 9,3 l/100 km e 218 g/km di CO2.

PREZZO PER L'ITALIA
A febbraio 2010 è prevista la commercializzazione della Spyder in tutto il mondo e il suo prezzo per l'Italia è stato fissato in 64.872 euro, IVA inclusa.

Porsche Boxster Spyder

Porsche Boxster Spyder: una nuova-piccola Speedster!

Scheda Versione

Porsche Boxster
Nome
Boxster
Anno
2005 (restyling del 2009) - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
Spider
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Porsche


Top