Tutto in una notte

omniauto Tutto in una notte
omniauto Tutto in una notte
Tutto in una notte OA
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte SEAT
Tutto in una notte OA

Nuova SEAT Leon,
Barcellona in una notte

Il buio nasconde. O può rivelare aspetti sconosciuti di ciò che ci circonda. Così abbiamo aspettato la notte per provare la Seat Leon appena rinnovata e per farlo siamo andati fino alla terra d'origine della compatta spagnola, dove pulsa la città più dinamica del Mediterraneo: Barcellona. Una prova avvolta dall'atmosfera ovattata delle "ore piccole", quelle in cui i contorni delle cose si fanno più sfumati, le strade senza traffico sembrano deserti d'asfalto in cui muoversi liberi e la storia di Barça si accende di un'altra vita, quella della movida notturna. Un viaggio da nord a sud, dal tramonto all'alba, per scoprire con occhi diversi - più assonati e sognanti - le bellezze nascoste di Barcellona e le novità della Seat Leon.

Continua a leggere

Uno sguardo al futuro

Barcellona si muove anche di notte, come il mare che l'accarezza. Per questo il nostro viaggio al volante della nuova Seat Leon non poteva che partire dal Passeig Marìtrim de la Barceloneta, spiaggia della città e fulcro della vita notturna. Da lì verso l'area del Forum e poi alla Torre Agbar, il grattacielo che come la Leon si illumina grazie alla tecnologia LED. La compatta Seat, infatti, non si è solo aggiornata nelle forme, ma ha anche guadagnato fari a LED davanti e dietro, che le danno uno sguardo più tecnologico grazie alla nuova firma luminosa.

Sicurezza semi-autonoma

Da Plaça de les Glòries Catalanes, la Avinguda Diagonal si avvicina alla Sagrada Familia, la cattedrale incompiuta di Antoni Gaudì: morì nel 1926, travolto da un tram mentre attraversava la strada proprio a Barcellona. Questo incidente ricorda l'importanza della sicurezza attiva, che sulla nuova Seat Leon è stata aggiornata e ora include varie funzioni, tra cui la frenata di emergenza in città con riconoscimento dei pedoni. Il genio di Antoni Gaudì sopravvive su Passeig de Gracia con la Pedrera e Casa Batllò, capolavori assoluti tra i negozi dello shopping. Poi Plaça de Catalunya e l'Arc de Triomf, un giro lontano dalle trafficate Ramblas, dove sarebbe invece tornata utile un'altra novità (optional) della Leon: il Traffic Jam Assist, sistema di guida semi-autonoma che sterza, accelera e frena da solo fino a 60 km/h.

Nuove connessioni

Siamo tornati in riva al mare dopo aver costeggiato la Ciutadella e ad accoglierci c'era Cristoforo Colombo, che domina il centro di Barcellona dal Mirador de Colon e indica la strada per nuovi mondi. Da un navigatore all'altro, ora la Seat Leon ha un nuovo infotainment e connettività ai vertici del segmento: lo schermo touch da 8 pollici è dotato di Seat Full Link che connette gli smartphone tramite MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto, oltre alla funzione hotspot Wi-Fi, ai comandi vocali, e la navigazione con mappe 3D.

Anima latina

Dal lungomare l'Avinguda del Parallel porta verso Plaça Espanya, con la sua Arena e la Font màgica. Da qui la strada che attraversa l'Expo sale fino al Montjuic: dopo tanta città, un po' di spazio per dare sfogo ai 340 Nm e 150 CV del 2.0 TDI sotto il cofano della nuova Seat Leon. L'accoppiata con il cambio a doppia frizione DSG a 6 rapporti ha convito, grazie al funzionamento rapido e preciso del cambio che si accorda bene alla spinta generosa fin dal basso del motore. Per chi vuole una guida più sportiva ci sono anche il DCC e lo sterzo progressivo, che in Italia sono prerogative dell'allestimento sportivo FR. La Seat Leon più elegante, invece, ora si chiama Xcellence e con il 2.0 TDI e il DSG costa 27.400 euro. Ovviamente si può guidare anche di giorno, però la notte è tutta un'altra cosa.


oa Tutto in una notte
Top