Cos'è una polizza Rc auto?

È l’assicurazione di responsabilità civile: va stipulata per circolare in Italia con un veicolo a motore. Il contratto (la polizza) vincola la Compagnia e l’assicurato: la prima liquida un risarcimento a patto che il cliente paghi il cosiddetto premio. Se l’assicurato causa danni a terze persone (ai veicoli, alle cose, ma anche lesioni fisiche) in un incidente stradale, l’Assicurazione risarcisce il danneggiato. Insomma, il cliente versa la Rca e la Compagnia si assume le conseguenze economiche derivanti dalla responsabilitàcivile dell’assicurato.

Circolare senza Rc auto: illegale e folle
Le difficoltàeconomiche degli italiani e il caro Rca hanno spinto numerosi automobilisti a non stipulare i contratti di Responsabilità civile della macchina: si calcola che esistano tre milioni di guidatori, in Italia, sprovvisti di copertura assicurativa. Chi circola senza Rca è soggetto alla sanzione di 779 euro (articolo 193 del Codice della strada). La sanzione è ridotta a un quarto (194,75 euro) quando l’assicurazione viene resa operante nei 15 giorni successivi alla scadenza. La riduzione a 194,75 euro avviene anche quando l’interessato, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione (previa autorizzazione dell’organo accertatore) demolisce il veicolo. L’automobilista avràla disponibilitàdel veicolo solo per le operazioni di demolizione e di radiazione, dopo il versamento presso l’organo accertatore di una cauzione. In ogni caso, l’organo accertatore ordina che il veicolo sia prelevato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio. Quando l’interessato effettua il pagamento della sanzione, e corrisponde il premio di assicurazione per almeno sei mesi (garantendo il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro), l’organo di Polizia che ha accertato la violazione dispone la restituzione del veicolo dandone comunicazione al Prefetto.

Incidente senza Rc auto
Non va neppure dimenticato un altro rischio enorme, dal punto di vista economico, per chi circola senza Rca: se causa un incidente, deve risarcire i danni. E se ci sono lesioni fisiche, il rimborso può davvero lievitare: ci si rovina l’esistenza, essendo costretti a pagare anche milioni di euro.

Rc auto falsa: occhio
La legge È giustamente dura anche con chi bara, circolando con una Rca falsa: è sempre disposta la confisca amministrativa del veicolo intestato al conducente sprovvisto di copertura assicurativa quando sia fatto circolare con documenti assicurativi contraffatti. Nei confronti di chi ha falsificato i documenti assicurativi È sempre disposta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente per un anno. Si entra poi in ambìto penale, con pene severe.

Pirati e Rc auto
Proprio il fenomeno delle auto che circolano senza Rca o con polizze false è, probabilmente, alla base di diversi casi di pirateria stradale: l’automobilista sprovvisto di copertura causa un incidente e, per il timore di sanzioni economiche e penali, scappa.

Se siete vittime di un pirata della strada (un automobilista che causa un incidente e scappa), oppure se venite coinvolti senza colpa in un sinistro con chi ha una Rca falsa, avvisate subito il vostro assicuratore, e contattate il Fondo vittime della strada [www.consap.it]. Gestito dallo Stato, garantisce il rimborso dei danni e delle lesioni fisiche (con massimali di indennizzo che variano a seconda dei casi): serviràtutta la documentazione, per comprovare l’incidente. E chiaramente i tempi d’attesa per ottenere il denaro saranno molto più lunghi rispetto a quelli normali.

Link utili

Top