ESP

Elektronisches Stabilitätsprogramm o Electronic Stability Program
Sistema elettronico di assistenza alla guida basato sull’ABS e sui relativi sensori che rilevano la velocità di rotazione delle ruote mentre un’altra serie di sensori tiene sotto controllo l’accelerazione trasversale, la rotazione del volante, l’imbardata (rotazione intorno all’asse verticale che passa per il baricentro della vettura) e la posizione dell’acceleratore. Ha lo scopo di individuare sul nascere ogni sbandata e di contrastarla con interventi rapidi e automatici.

COME FUNZIONA

Quando la centralina attraverso i sensori riscontra reazioni critiche o non corrispondenti ai comandi del guidatore interviene frenando le singole ruote o agendo sull’acceleratore in modo da ripristinare automaticamente la stabilità. Incorpora anche i sistemi TCS di antipattinamento in accelerazione, BAS per l’intensificazione della frenata d’emergenza e nelle versioni più recenti anche l’Hill Holder, il sistema antiarretramento nelle partenze in salita. Ma le sue potenzialità sono ancor più numerose: ad esempio, nella prevenzione del ribaltamento o nel controllo dello sbandamento di un rimorchio.

COME E' NATO

Preceduto da sistemi sempre più simili a quello attuale, il primo controllo elettronico di stabilità moderno, l’ESP della Bosch, è stato lanciato nel 1995 sulle Mercedes. E proprio la Mercedes ha dato grande notorietà all’ESP montandolo di serie su tutte le Classe A nel 1998. Altri produttori di componentistica e varie Case automobilistiche hanno messo a punto sistemi analoghi, anche in Giappone e negli USA, tanto che oggi sono numerosissime le sigle che identificano gli ESP.

DISPOSITIVI

ESP Electronic Stability Control, DSC Dynamic Stability Control, VSA Vehicle Stability Assist, VSC Vehicle Stability Control, ESC Electronic Stability Control

DIFFUSIONE

In Europa nel 2009 l’ESP era presente sul 60 per cento delle vetture di nuova immatricolazione, in Italia nel 56 per cento. Il 23 maggio 2008 la Commissione Europea ha adottato una proposta relativa alla sicurezza dei veicoli che prevedeva l’adozione obbligatoria dell’ESP dal 2012 sui nuovi modelli e dal 2014 su tutte le auto costruite, proposta approvata nel marzo 2009 anticipando però l’obbligo per le auto di nuova omologazione al novembre 2011.

Top