Home » Argomenti » Incentivi auto

Incentivi auto

Oltre agli sconti e alle iniziative promozionali delle Case automobilistiche, ci sono gli incentivi statali, ma non ogni anno. In questa sezione cerchiamo di raccogliere tutte le informazioni utili che li riguardano. Ad esempio come si comportano lo Stato e l’Europa a riguardo degli incentivi, in quale modo e a quali condizioni si possono ottenere gli incentivi auto, quali sono gli incentivi marca per marca e a quanto ammontano i contributi statali in base alla tipologia di alimentazione.

Con l’espressione “incentivi auto” si intendono quei provvedimenti decisi dai governi per promuovere l’immatricolazione di nuove vetture, soprattutto a basso impatto ambientale (elettriche, ibride, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili, a idrogeno...), attraverso l’erogazione di fondi economici. Questo comporta a livello pratico la riduzione dei prezzi d’acquisto di alcune tipologie di auto nuove. Tra gli scopi degli incentivi c’è quindi quello di invogliare a rottamare veicoli vecchi ed inquinanti, ma non sempre le condizioni in base alle quali si può usufruire degli incentivi sono definitive. Ad esempio, la ripartizione delle risorse per il 2014 e il 2015 viene di volta in volta rideterminata in base all’andamento registrato nell’anno precedente, attraverso un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato entro il 15 gennaio di ciascun anno. In questa sezione vi aggiorniamo sulle iniziative politiche provenienti sia dall’Europa che dal Governo Italiano a riguardo degli incentivi auto, chiarendo le modalità e i tempi di utilizzo e mostrarando i dibattiti che spesso si creano intorno a questo argomento tra burocrazia statale, case automobilistiche, concessionari e cittadini.

Risultati in archivio: 221

Risultati in archivio: 221

Top