Mazda

Fondazione

Nel 1920 da Jyujiro Matsuda in Hiroshima, Giappone, Gi

Sede Italia

Alessandro Marchetti, 00148 Roma
Sito ufficiale »

La Storia

Fa parte dei costruttori generalisti, ma non teme di uscire dagli schemi. Produce automobili dal 1960 e già il modello d’esordio ne indicava l’approccio non banale: è infatti una coupé, chiamata R360. Fu un successo. Ma il marchio Mazda in Italia è legato soprattutto alla straordinaria, piccola spider MX-5, nata nel 1989: leggera, dotata di motore anteriore longitudinale e trazione posteriore, divertentissima da guidare. Nel 2006 è giunta alla seconda generazione ed è ancora in listino, anche con. Leggi tutta »

FUORI COMMERCIO2011-2014

Mazda2 5 porte

FUORI COMMERCIO2011-2014

Mazda2 3 porte

2017

CX-5

FUORI COMMERCIO2012

CX-5

FUORI COMMERCIO2015-2017

CX-5

FUORI COMMERCIO2011-2013

Mazda3 5 porte

FUORI COMMERCIO2011-2013

Mazda3 Berlina

FUORI COMMERCIO2009-2013

Mazda3 MPS

FUORI COMMERCIO2011-2013

Mazda5

FUORI COMMERCIO2010-2013

CX-7

FUORI COMMERCIO2013-2015

Mazda6 Berlina

FUORI COMMERCIO2008-2013

Mazda6 Berlina

FUORI COMMERCIO2013-2015

Mazda6 Wagon

FUORI COMMERCIO2008-2013

Mazda6 Wagon

2015

MX-5

FUORI COMMERCIO2013-2014

MX-5 Roadster

FUORI COMMERCIO2009-2013

MX-5 Roadster

FUORI COMMERCIO2013-2014

MX-5 Roadster Coupé

FUORI COMMERCIO2009-2013

MX-5 Roadster Coupé

La storia

Fa parte dei costruttori generalisti, ma non teme di uscire dagli schemi. Produce automobili dal 1960 e già il modello d’esordio ne indicava l’approccio non banale: è infatti una coupé, chiamata R360. Fu un successo. Ma il marchio Mazda in Italia è legato soprattutto alla straordinaria, piccola spider MX-5, nata nel 1989: leggera, dotata di motore anteriore longitudinale e trazione posteriore, divertentissima da guidare. Nel 2006 è giunta alla seconda generazione ed è ancora in listino, anche con l’ormai inevitabile tetto rigido retrattile. Nel febbraio 2011 è prodotto il 900millesimo esemplare di MX-5, che si conferma come la due posti sportiva più venduta del mondo. Per gli appassionati di tecnica, Mazda è soprattutto il marchio che più ha creduto nel motore con pistoni rotanti, una fede che data dal 1967 e che è stata suggellata dalla vittoria nella 24 Ore di Le Mans conquistata nel 1991 con questo tipo di motore, un successo che fa della Mazda la sola Casa giapponese ad aver vinto la classicissima maratona francese. A proposito di motore rotativo, la Casa giapponese nel 2009 ne ha sperimentato su strada addirittura una versione alimentata a idrogeno, montata sulla RX-8. Legata alla Ford dal 1979, quando la Casa americana possedeva il 25% delle azioni, ora è ne è quasi del tutto indipendente, poiché nel 2010 la presenza Ford è scesa al 3,5%. Nel 2011 la Casa ha prodotto 1.103.632 automobili, delle quali oltre un terzo sono state della compatta Mazda3.

Curiosità

Nel 1996 la Mazda, in serie difficoltà, propose anche in Italia la sua 121, il modello più piccolo della gamma, che non era altro che una Ford Fiesta prodotta su licenza. Con la sua erede, la Mazda2, la Casa marcò un netto distacco dalla linea Ford, ribadito con il passaggio alle sigle con un solo numero, introdotto pochi mesi prima con la monovolume Mazda5.

Top