Maserati

Fondazione

Nel 1914 da Alfieri Maserati in Bologna, It

Sede Italia

Viale Ciro Menotti, 41100 Modena
Sito ufficiale »

La Storia

Quelle con il Tridente sulla mascherina sono automobili sportive e di lusso con un DNA ineccepibile. La fabbrica è addirittura venuta dopo la costruzione delle macchine da corsa, che hanno portato una fama straordinaria alla Casa dei fratelli pavesi Alfieri, Ernesto, Ettore e Bindo trapiantati a Bologna. Fama conquistata a suon di vittorie nei Grand Prix, nella Targa Florio, addirittura nella 500 Miglia di Indianapolis, unica Casa italiana ad essere riuscita in questa impresa. E poi c’è il titolo. Leggi tutta »

FUORI COMMERCIO2013-2016

Ghibli

FUORI COMMERCIO2013

Quattroporte

FUORI COMMERCIO2008-2013

Quattroporte

La storia

Quelle con il Tridente sulla mascherina sono automobili sportive e di lusso con un DNA ineccepibile. La fabbrica è addirittura venuta dopo la costruzione delle macchine da corsa, che hanno portato una fama straordinaria alla Casa dei fratelli pavesi Alfieri, Ernesto, Ettore e Bindo trapiantati a Bologna. Fama conquistata a suon di vittorie nei Grand Prix, nella Targa Florio, addirittura nella 500 Miglia di Indianapolis, unica Casa italiana ad essere riuscita in questa impresa. E poi c’è il titolo mondiale di F.1 conquistato da Juan Manuel Fangio con la Maserati 250F nel 1957. Le cose purtroppo non vanno altrettanto bene sul piano industriale. I Maserati nel 1937 devono cedere l’azienda ad Adolfo Orsi, che ne porta la sede a Modena. La prima Maserati nata per l’impiego stradale è la A6 1500 del 1947, l’anno in cui i fratelli lasciano l’azienda. Nel 1958 la Maserati entra in amministrazione controllata, nel ’68 azionista di maggioranza diventa la Citroen, nel ’75 passa a De Tomaso, nel ’93 alla Fiat, alla quale appartiene tuttora. Fiat l’affida alla Ferrari che si occupa di adeguare uno dei suo motori V8 all’unico modello prodotto allora dalla Maserati, prima alla Spyder e poi alla coupé, modelli con cui il Tridente torna sul mercato americano nel 2002. Sotto l’ala Ferrari torna anche Pininfarina a disegnare prima la Quattroporte e poi la stratosferica GranTurismo. Le cose ripartono anche nelle corse, dove la MC12 a partire del 2004 fa incetta di titoli internazionali e mondiali nella categoria GT, imponendosi fra l’altro per tre volte nella 24 Ore di Spa. Nel 2005 intanto la Ferrari esce dalla “proprietà” della Maserati che torna al 100% alla Fiat. Il 2011 si chiude per la Casa del Tridente con 6.159 consegne, 2.437 delle quali negli USA e 1.519 in Europa.

Curiosità

Il Tridente simbolo della Maserati è la riproduzione del forcone in mano alla statua di Nettuno realizzata dal Giambologna e che si trova nella piazza principale del capoluogo emiliano. Lo ha disegnato per le auto dei fratelli Mario, pittore, il solo della famiglia non attratto dalle automobili.

Top